Norme per la tutela della libertà d’impresa. Lo statuto dell’impresa.

In vigore dal 15 novembre la legge 180/2011 che definisce lo statuto delle imprese e dell’imprenditore al fine di riconoscerne il contributo fondamentale alla crescita dell’occupazione e della prosperità economica del Paese, di favorire l’avvio di nuove attività anche da parte dei giovani e delle donne e di valorizzare le micro, piccole e medie imprese mediante la promozione di politiche volte all’aggregazione tra di esse attraverso i distretti o le reti di imprese.

Punti cardine dello statuto:

– semplificazione amministrativa e riduzione degli oneri;

– maggiore trasparenza nell’accesso al credito;

– valutazione preventiva da parte della P.A dell’impatto di nuove norme sulle imprese prima ancora che siano adottate;

– nascita del Garante per le micro piccole e medie imprese;

– impegno all’adozione entro un anno della direttiva europea 2011/7/Ue sulla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali (termini fissati in 30 giorni per le merci e i servizi forniti dalle imprese alla P.A. e di 60 giorni per i contratti tra imprese).

Si tratta, in sintesi, dell’applicazione dello “Small Business Act”, ossia della carta europea dei diritti per le piccole e medie imprese.

Massimiliano Caruso

 contactus@singulance.com

198 Words
1254 Views

If you liked this post, check out