Bootstrapping: la miglior cosa che una early stage startup possa fare.

Existence is a great simplicity. There is Black and there is White.
There’s so much more Black. Are we losing? 
No. Once there was only black. We are winning. All is right.

Per alcuni il fundraising è il nero ed il bootstrapping il bianco; per altri, esattamente l’opposto. Ecco 6 elementari ragioni per le quali credo che una startup dovrebbe vivere di auto finanziamento il più a lungo possibile.

6. Puoi cercare in modo attivo i tuoi mentors.

Un buon mentor non ha bisogno di essere imposto dall’alto. Ogni startup dovrebbe essere libera di cercare il mentor che maggiormente preferisce. Quello che concretamente può apportare valore.

5. Il fundraising può essere una pericolosa perdita di tempo.
Ogni minuto che utilizzi in meeting con gli investitori è un minuto che potresti dedicare al miglioramento di ciò che offri sul mercato. Molte startups perdono di vista il proprio prodotto, facendosi distrarre dalla partecipazione a qualunque evento possa attrarre investitori.

4. Se hai deciso di fare l’investitore è per essere il capo di te stesso.
Dare equity in cambio di denaro non è una operazione che si esaurisce in un attimo. I founders, a lungo termine, subiranno notevoli limitazioni nella gestione della società e saranno sostanzialmente vincolati alle direttive degli investitori, dovendo rispondere costantemente di ogni decisione intrapresa.

3. Non hai bisogno di un acceleratore che ti dia 30 mila euro per il 20% dell’equity.
I buoni acceleratori sono molto meno di quanto si immagini. Per quella che è la mia personale esperienza e la mai umile opinione, moltissimi acceleratori sono semplicemente delle startups che hanno come clienti gli startupper.

2. Il bootstrapping ti costringe ad imparare cosa realmente conta.
Tu stai avviando una attività o creando una società perché ami i problemi che affronti e le soluzioni che stai costruendo. Non c’è davvero tempo per andare oltre la tua visione, sperimentando cose che non apportano nessun incremento di valore per i tuoi futuri clienti.

1. Il migliore modo per fare fundraising è farlo quando non hai bisogno di un investimento.
Puoi sempre attrarre investimenti in futuro, ma con cambio di prospettiva. Con gli investitori che vorranno investire nella tua, inizialmente auto finanziata, startup – quando la stessa è, ormai, profittevole – sarai libero di negoziare le condizioni contrattuali che ritieni accettabili, scappando via da quegli accordi che ritieni non convenienti.

Massimiliano Caruso

 contactus@singulance.com

397 Words
7979 Views